Blog

Team building: 5 attività efficaci

Da un po’ di tempo a questa parte, sentiamo parlare sempre più spesso di team building. Questa disciplina, fondamentale per le aziende, permette di focalizzarsi sull’aspetto umano, essenziale per il successo di qualunque progetto. Per lavorare bene, infatti, è necessario avere feeling e condividere aspetti che vanno al di là dei meri contenuti professionali. Per questo, negli ultimi anni, il team building ha avuto tanto successo. Se vuoi saperne di più e scoprire nel dettaglio alcune delle attività che vengono svolte, seguici nelle prossime righe! Ne abbiamo selezionate cinque!

Attività creative

Qui, davvero, si apre un mondo molto ampio. Le attività creative che si possono fare in sede di team building sono tantissime. Tra queste è possibile ricordare l’active painting. Come si svolge? Stendendo per terra delle tele e fornendo ai partecipanti dei colori e un tema.

Grazie a quest’attività, è possibile sviluppare il pensiero laterale, importantissimo quando si fa business.

Parchi avventura

Le giornate ai parchi avventura sono attività molto apprezzate quando si fa team building. Come mai? Perché i partecipanti sono portati a ragionare per obiettivi in un’atmosfera caratterizzata da adrenalina ai massimi livelli. Provare per credere!

Aperitivo aziendale

Eccoci a parlare di un grande classico! Decisamente meno formale rispetto alle cene, è un’ottima idea per chi vuole scambiare qualche chiacchiera con i colleghi, soprattutto quelli con cui ci si incontra di meno durante le giornate lavorative.

Art door

Quest’attività di team building, molto in voga negli ultimi anni, prevede che il gruppo esplori una città – non per forza la propria – alla ricerca delle sue principali bellezze storiche e culturali. Nella maggior parte dei casi, i gruppi hanno ricevuto preventivamente delle informazioni su quello che devono trovare.

Escape Room

Quando si parla di attività di team building, è impossibile non chiamare in causa l’escape room. Questa soluzione, molto popolare in tutto il mondo, permette di consolidare il rapporto tra i membri del team sempre grazie allo straordinario mix tra obiettivi da raggiungere e adrenalina.

Se vuoi saperne di più, non ti resta che contattarci e scoprire i temi delle nostre stanze!

 

I 5 colpi più famosi della storia

Le rapine, così come i furti presso musei e gioiellerie, sono diventate oggetto di film e romanzi da tempo. Ma quali sono i colpi più rocamboleschi della storia? Oggi abbiamo scelto di elencare i 5 più famosi! Eccoli qui per te!

Rapina dei titoli al portatore

Siamo all’inizio degli anni ’90 a Londra. Protagonisti del rocambolesco furto sono stati due uomini, uno armato di un semplice coltello e un altro, invece, munito di valigetta. Hanno portato via circa un miliardo di dollari in titoli al portatore. La refurtiva, in seguita, è stata recuperata quasi totalmente.

Furto all’Isabella Stewart Gardner Museum

Parliamo ora di uno dei furti d’arte più famosi della storia. Dove è avvenuto? All’Isabella Stewart Gardner Museum di Boston. Negli anni ’90, due ladri in uniforme, hanno ingannato le guardie millantando una chiamata per un pronto intervento. Dopo averle legate nel seminterrato, hanno portato via opere d’arte per circa 300 milioni di dollari, trafugando quadri di artisti del calibro di Vermeer e Rembrandt.

Furto al Louvre di Parigi

Il furto di cui stiamo per parlare ha contribuito notevolmente a consolidare la fama della Gioconda e il mistero che ruota attorno a questo quadro. Ai tempi della sua sparizione nel 1911, furono accusati del furto anche nomi di spicco, come per esempio Apollinaire e Pablo Picasso.

Furto alla Banca di Bagdad

Parliamo ora di una rapina in banca. Siamo a Bagdad, capitale dell’Iraq. Il colpo ha fruttato 300 milioni di dollari e, oggi come oggi, nessuno sa ancora dove sia finito il bottino.

Rapina al deposito di Knightbridge

Nel 1986, l’italiano Valerio Viccei si introdusse in un deposito di cassette di sicurezza a Knightbridge. Trafugò, in sterline, una somma pari a circa 198 milioni di dollari. Tra le cassette portate via, ne era presente una contenente documenti appartenenti, al tempo, al banchiere Roberto Calvi.

Vuoi vivere in prima persona l’esperienza di un vero colpo del secolo? Forse è il caso che tu non vada in un museo a rubare opere d’arte, dal momento che a breve inaugureremo una nuova stanza, legalissima e divertente, dedicata proprio ai colpi in museo!

Nel frattempo, che ne dici di un tuffo nella storia, con la nostra escape room dedicata a Pompei?

 

7 cose su Pompei che forse non sai

Su Pompei, uno dei siti archeologici più famosi in Italia (e che fa da ambientazione alle nostre escape rooms), girano tantissime informazioni. Molte le abbiamo lette sui libri di storia. Altre, invece, sono curiosità che forse non tutti sanno. Noi, tra queste, ne abbiamo selezionate alcune.

I terremoti

Prima della nota eruzione del 79 d.C., la città era stata devastata da numerosi terremoti. Gli abitanti, però, non li collegarono con una possibile eruzione. Non sapevano infatti che sulla montagna così vicina alla loro città ci fosse un vulcano.

Forme che cambiano

La forma del vulcano, allora, era molto diversa rispetto ad oggi. Faceva infatti pensare a una montagna senza cratere.

Ospiti importanti

Pompei, prima dell’eruzione, era una città meta dei viaggi di molte personalità importanti. Si pensa, addirittura, che nella zona avesse una villa l’imperatore Nerone. Sua moglie Poppea, invece, era originaria della parte di Campania vicina alla città.

Altre eruzioni famose

L’eruzione del 79 d.C. è passata oggettivamente alla storia. Gli studiosi, però, hanno scoperto che la zona fu devastata da un’eruzione vulcanica altrettanto terribile nel 1800 a.C.

Date diverse

Nel 2014, il celebre divulgatore scientifico – e per qualcuno vero e proprio sex symbol – Alberto Angela collocò la data dell’eruzione di Pompei non ad agosto bensì ad ottobre. Perché questo cambiamento? Ai tempi, il figlio del famosissimo Piero rispose alle varie contestazioni ricordando che diversi studiosi datano l’eruzione ad ottobre, o almeno in periodo autunnale, per via dei frutti tipici di quel periodo che sono stati trovati nelle case e dei bracieri accesi.

Gli affreschi della Villa dei Misteri

Nonostante il contenuto lascivo degli affreschi della Villa dei Misteri possa far pensare a Pompei come a una città paradiso dei piaceri della carne, con gli scavi è stato ritrovato un unico lupanare.

L’importanza dei calchi in gesso

I calchi in gesso non solo hanno permesso di ricostruire i corpi degli abitanti, ma anche di avere le idee chiare sulla vita quotidiana degli abitanti. Grazie ad essi, è possibile anche conoscere cosa si mangiava e le suppellettili utilizzate in casa.

Detto questo, non rimane che scoprire l’atmosfera di Pompei con le nostre stanze dedicate!

 

 

5 consigli per un addio al celibato indimenticabile

L’addio al celibato è una festa che deve rimanere impressa nella memoria di chi vi partecipa. Per questo motivo, chi pensa di organizzarne uno per un amico, deve selezionare bene le idee. Noi, per agevolarvi in merito, abbiamo selezionato cinque consigli che è bene prendere in considerazione prima del grande giorno!

Seleziona bene gli invitati

Anche se all’addio al celibato bisogna divertirsi, non significa che debbano essere presenti tantissime persone. Ecco perché è bene evitare messaggi di massa ad amici, colleghi, compagni di classe. Come si suol dire, meglio pochi ma buoni, soprattutto per un’occasione così importante che, si spera, sarà anche l’unica di questo tipo!

Scegli il tema

Quando si parla di addio al celibato, si chiama in causa una festa che può durare una sola serata o tutto un week end. Quello che conta, perché abbia il giusto successo, è scegliere bene il tema. Può essere un film, un romanzo, un periodo storico, un personaggio dei fumetti. Spazio alla fantasia, insomma!

Pianifica

Pianificare è fondamentale in tutti i sensi e quando si parla di addio al celibato in particolare. Il rischio, in caso contrario, è quello di ritrovarsi fuori budget e di rovinare la bella atmosfera. Molto importante è anche pianificare bene le attività da svolgere. Fondamentale è ascoltare tutti i partecipanti, ma non dimenticare mai che l’ultima parola spetta al futuro sposo!

Delega

Chi ha un amico professionista in un determinato settore utile per organizzare al meglio l’addio al celibato (p.e. un ristoratore o un esperto di eventi), non deve far altro che delegare. Meno pensieri si hanno in un momento così importante, meglio è!

Fai una scelta… diversa dal solito!

Quando si parla di scelte per l’addio al celibato, ci sono davvero tantissime soluzioni da considerare! Una senza dubbio creativa è quella dell‘escape room. Adatto a persone di ogni età, questo gioco consente di mettere alla prova l’intuito, ma anche di rinsaldare il legame con le persone più vicine che condividono l’avventura. Il bello dell’escape room riguarda anche la possibilità di scegliere tra diversi temi e di impegnarsi assieme per raggiungere un obiettivo. Non c’è che dire: è un ottimo consiglio per un addio al celibato alternativo!

 

Adventures Room: la soluzione migliore per divertirsi e imparare

Quando si tratta di divertirsi in maniera alternativa, le soluzioni sono davvero tante. Tra queste possiamo ricordare le adventures room, escape room improntate al mood avventuroso. Molto amate dai bambini, sono ambientate in diverse situazioni, dalle storie di pirati a film famosi, ovviamente sempre a tema avventura.

Chi può partecipare?

La partecipazione alle adventures room è aperta a tutti. Non a caso, si tratta di un’idea molto apprezzata per le feste dei più piccoli. Risolvere gli enigmi non è affatto difficile. Se si è in difficoltà, si può infatti chiedere aiuto. Fantastico, vero?

Quanto dura il gioco?

Il gioco dell’adventures room ha una durata variabile. In generale, però, il tutto si svolge in un’oretta circa. In questo lasso di tempo, è possibile impegnarsi per risolvere gli enigmi e riuscire così ad uscire in tempo.

I vantaggi dell’adventures room

Scegliere un’adventures room per una festa tra bambini o per una sera come le altre in cui si ha semplicemente voglia di divertirsi significa aprirsi a diversi vantaggi. In primo luogo ricordiamo la possibilità di divertirsi in maniera diversa, aguzzando l’ingegno per raggiungere un obiettivo. Inoltre, quando si parla di adventures room legate a feste per bambini o a percorsi di team building aziendale, è bene ricordare il fatto che, con questi giochi, è possibile dare spazio a situazioni di leadership che emergono nel gruppo.

Conclusioni

Scegliere l’adventures room per momenti di gioco o di formazione improntata alla gamification significa optare per una delle soluzioni più innovative nel mondo del divertimento. Il successo delle escape room è iniziato negli USA e ha conquistato tutto il mondo! Oggi possiamo vivere le emozioni di un’adventure room anche in Italia e questo è fantastico per chi vuole dare spazio a una modalità di divertimento diversa dal solito!

Provare per credere! Non resterete affatto delusi, ve lo assicuriamo!

 

Feste per bambini: qualche consiglio per renderle speciali

Le feste per bambini, molto spesso, diventano un vero e proprio incubo per i genitori. Bisogna infatti scervellarsi per trovare un’idea originale e per fare in modo che i piccoli giochino in sicurezza. Di idee utili e formative ce ne sono davvero tante. Qualche esempio? Se il piccolo compie gli anni durante la bella stagione, la festa di compleanno può diventare un’ottima occasione per fare sport all’aria aperta.

Cosa ne dite di una bella partita di calcio o di pallavolo? Per chi ama i grandi classici, c’è sempre la caccia al tesoro. Rimanendo sempre nell’ambito delle feste per bambini formative, si può ricordare la possibilità di organizzare un pomeriggio al cinema.

Non c’è che dire: ci sono tantissime alternative alla classica festa in ludoteca. Da citare è anche la possibilità di organizzarne una in Escape Room. In questo modo, è possibile coniugare il lato educativo e il divertimento.

L’Escape Room è perfetta per i bambini perché stimola le loro capacità intuitive, portandoli a “sfidare” i propri limiti senza però uscire dal contesto di gioco. Le feste per bambini in Escape Room sono un’ottima occasione anche per dare la possibilità ai più piccoli di vivere al massimo una propria passione.

Non importa che sia per la storia, per un film o per un libro. Grazie all’Escape Room è possibile dare spazio a tutto questo e permettere ai propri bimbi di divertirsi in maniera davvero formativa. Non bisogna avere paura che il gioco sia troppo difficile.

L’Escape Room, infatti, è formulata anche per i bambini e, in ogni caso, è presenta una persona che fornisce tutte le istruzioni in caso di difficoltà.

Non c’è che dire: grazie all’Escape Room, le feste per bambini possono diventare divertenti, formative e facili da organizzare. Basta infatti trovare la stanza giusta e il gioco è fatto!

 

Real escape room: un’ottima idea per immergersi nella storia e nelle proprie passioni

Al giorno d’oggi, le real escape room sono delle ottime soluzioni per divertirsi in maniera coinvolgente. La popolarità delle escape room è dovuta soprattutto a questo aspetto. Si può proprio dire che abbiano introdotto un nuovo modo di concepire lo svago, caratterizzato da un mix di adrenalina ed esercizio di intuizione.

Un altro aspetto molto importante da considerare riguarda l’ambientazione. Grazie alla possibilità di scegliere real escape room specifiche, si ha modo di immergersi in maniera ancora più profonda nel gioco.

Giusto per fare un esempio, ricordiamo la nostra stanza dedicata a Pompei. L’ambientazione nella storica città campana, sito archeologico di fama mondiale, permette di vivere in maniera completa la propria passione per la storia e di mettersi in gioco in una situazione concreta molto diversa da quella con cui, quotidianamente, abbiamo a che fare.

Non c’è che dire: oggi come oggi, parlare di real escape room vuol dire chiamare in causa una forma di divertimento formativa che, come abbiamo ricordato più volte, può essere utile anche in ambito business.

La qualità del rapporto tra  membri del team di un’azienda è fondamentale ai fini del raggiungimento dei risultati.

Grazie all’escape room è possibile migliorarla. ll successo di questa forma di intrattenimento è noto ed è una realtà profondamente legata alla popolarità della gamification, un approccio che ha rivoluzionato il mondo dell’apprendimento, portandolo fuori dalle aule.

Al giorno d’oggi, infatti, per apprendere nuovi concetti e modi di porsi sul lavoro, non è necessario essere seduti davanti a un relatore, ma ci si può mettere in gioco in maniera più dinamica, vivendo le proprie passioni dando spazio a energia ed entusiasmo.

Questo è possibile grazie a giochi come le real escape room, ottime idee sia per il team building, sia per feste di compleanno e serate con gli amici diverse dalle solite “incursioni” al pub davanti a una birra!

 

Escape house: un gioco dal vivo super coinvolgente

Le escape room sono un gioco diffuso ormai da tanti anni. Coinvolgenti e in grado di fare la differenza sia nei momenti di svago, sia in percorsi formativi come il team building, sono caratterizzate da diverse tematiche, che vanno dai romanzi ai periodi storici.

Nel corso del tempo, la proposta si è evoluta e sempre più realtà sono passate dalla singola stanza all’intera… casa! Sì, hai capito benissimo: oggi si parla di escape house. Di cosa si tratta? Come già detto, di un’intera casa caratterizzata dalla presenza di diverse stanze. Da essa, ovviamente, è necessario uscire.

Il gioco diventa molto più complesso rispetto alla singola stanza. I partecipanti, infatti, hanno più possibilità di riposarsi e di fare il punto della situazione per capire come uscire più in fretta dalla situazione.

Ovviamente, come nel caso della stanza, è possibile richiedere l’aiuto degli organizzatori per un numero limitato di volte.

Se l’escape room è un’esperienza che non si dimentica, capace di rendere più forti le dinamiche di un gruppo e di fare emergere eventuali leadership, con la casa tutto questo si amplifica. Chi vuole immergersi nell’atmosfera del proprio romanzo preferito, di un flm o di un periodo storico, può scegliere questa soluzione e mettere alla prova le sue capacità logica.

Ovviamente non è possibile portare cellulari all’interno della casa. Comunicare con l’esterno, infatti, vanificherebbe il senso del gioco.

Anche nel caso dell’escape house, si può parlare di un gioco adatto a tutte le età. L’escape house è perfetta sia per i più giovani, sia per chi ha già una certa età e vuole ritagliarsi un po’ di tempo all’insegna del divertimento, in occasione di un compleanno, di un addio al celibato o al nubilato o di una serata diversa dalle altre organizzata senza un motivo particolare a con la sola voglia di stare assieme!

 

Best escape games: come scegliere l’escape room migliore

Quali sono i best escape games? La risposta a questa domanda dipende dai gusti e dalla situazione della singola persona che vuole provare l’escape room. Cosa controllare prima di prenotare? La cosa principale riguarda il tema della stanza.

Come abbiamo più volte ricordato, al giorno d’oggi sono tantissime le soluzioni da considerare quando si deve scegliere una escape room. Non tutti i temi, però, possono essere piacevoli. C’è chi, per esempio, non riuscirebbe mai a passare del tempo in una escape room a tema horror. In generale, però, non ci sono problemi.

La scelta disponibile è infatti molto ampia e, se una escape room non dovesse risultare di gradimento, ci sono davvero tante soluzioni disponibili!

Un altro consiglio per chi vuole puntare sui best escape games consiste nell’informarsi sui tempi per fuggire dalla stanza.

In questo modo è possibile capire ancora di più se si tratta della soluzione più adatta. Un consiglio utile consiste anche nel controllare le recensioni. Ormai, vista la popolarità dell’escape room, sul web si possono trovare davvero tantissimi commenti da parte degli utenti.

Proseguendo nei suggerimenti dedicati a chi vuole scegliere i best escape games, facciamo un doveroso cenno all’accessibilità da parte dei disabili. Questo capitolo è molto importane e merita di essere approfondita.

Non tutte le escape room sono accessibili da parte dei disabili. Prima di trovarsi in situazioni difficoltose, è quindi consigliabile informarsi preventivamente. Un altro aspetto da considerare riguarda eventuali problemi come la claustrofobia.

In questi frangenti, è consigliabile optare per una stanza la cui sessione di gioco duri per non più di un’ora.

Per concludere, ricordiamo che le escape room, al giorno d’oggi, sono internazionali. Per questo motivo è è possibile trovare stanze in italiano, ma anche in altre lingue, come per esempio l’inglese! Un’ottima idea per un regalo a un amico from UK or USA, non trovate?

 

 

New escape games: le novità nei giochi di fuga

Le escape room sono un’ottima soluzione per divertirsi in maniera innovativa e coinvolgente, migliorando la velocità mentale e l’intuito. Se si parla di new escape games, è il caso di chiamare in causa diverse ambientazioni. Qualche esempio? Le escape room dedicate a serie tv di tendenza come Il trono di spade. Chi non vuole allontanarsi dai classici può prendere in considerazione ambientazioni storiche, come per esempio quelle dedicate all’Egitto o ad Atlantide.

I new escape games sono davvero sinomino di creatività. Non c’è praticamente limite alle alternative e, in alcuni casi, si può davvero parlare di situazioni coinvolgenti a livello psicologico. Alcune escape room, addirittura, permettono di simulare la fuga da una stanza dopo essere stati imprigionati da un uomo malato di disturbi della personalità.

In alcuni casi di stanze a tema rapimento, il rapitore interagisce con i concorrenti. Chi vuole provare i new escape games deve prendere in considerazione alcuni aspetti. Prima di tutto, bisogna ricordare che si tratta di giochi adatti a persone di ogni età.

Uno dei motivi dei successi dell’escape rooom è proprio questo! Le stanze sono tantissime e, quando si sceglie questo gioco per un evento come il matrimonio o il programma di team building, è possibile venire incontro a passioni legate alla letteratura, al cinema e all’arte!

Il settore è molto fervente, motivo per cui è davvero facile trovare delle novità. Quando si gestisce un escape room, infatti, è fondamentale ascoltare le opinioni degli utenti per capire come migliorare e quali sono i loro gusti e desideri.

In questo modo è possibile introdurre new escape games e rendere ancora più coinvolgente un gioco popolare, perfetto per accontentare utenti di tutte le età che hanno voglia di divertirsi in maniera diversa e aguzzare l’ingegno grazie a enigmi creativi e contestualizzati in libri, film e serie tv!